Apre a Trastevere il ristorante-scuola sequestrato alla 'ndrangheta

Gli studenti dell'Istituto alberghiero "Tor Carbone" a Roma hanno ottenuto recentemente dal Ministero della Giustizia la possibilità di poter lavorare nel locale Rosticchio (sequestrato un anno fa). Per loro (con l’aiuto dei professori) sarà un'ottima opportunità per mettere in pratica quello che imparano a scuola e per responsabilizzarli. Tutto questo nel cuore della città.
Dopo un anno esatto sono arrivate delle buone notizie grazie al Corriere della Sera; il piccolo locale trasteverino è pronto a riaprire, grazie alla nuova gestione degli studenti dell'Istituto alberghiero di Tor Carbone, per decisione del Ministero di Giustizia. Scelta giusta, ci sembra già il caso di dire, perché mira al ripristino della legalità, e anche perché valorizza la formazione professionale dei giovani.

Ora al civico 12 di via San Cosimato cosa succederà? La prospettiva iniziale è quella di garantire un primo sbocco lavorativo a tutti i ragazzi che usciranno dall’ Istituto.

Nel locale verranno proposti ricette della cucina romana, fritti, pizza, ma anche piatti più elaborati, secondo il modello di una rosticceria da asporto, con qualche tavolino per chi vuole fare una piccola pausa.
Nel caso specifico, quella dei ragazzi, è una piccola rivoluzione per ristabilire i valori della legalità.

L'inaugurazione è avvenuta il 15 giugno 2017.